27 febbraio: serata della tradizione da Primon con Marco Polo e il riso del Catai

Venerdì sera, al Ristorante “Da Primon” di Noventa vicentina, sesta serata della tradzione, curata dalle Buone Tavole dei Berici. “Le pietre d’Istria parlano”, seguendo il filo conduttore della pietra rapportata con il territorio e con gli uomini dello stesso: prima macina e poi elemento di costruzione. La cena, però, porta ad esempio la pietra d’Istria come elemento fondante delle banchine e dei porti di Venezia dai quali partivano le navi alla volta delle Indie, Marco Polo fra tutti. Infatti, il menu viene declinato fra i diversi tipi di riso e le varie forme di cottura, imbandendo piatti esotici e locali insieme. Si inizia con l’antipasto: tartare di manzo speziata al cumino con riso di Venere su specchio di zucca aromatizzata al curry. Segue un primo di casa nostra: “risi e patate” alla maniera della terraferma. Il secondo propone un petto di germano in tegame gassato all’arancia con polpettina di pilaf condita con fondo bruno al Porto, servito con purea di broccoli. il dessert presenta il classico tortino di riso abbinato ad uno zabajone al Moscato fior d’arancio decorato con scaglie di cioccolato.

SECONDO_germano

ANTIPASTO_tartare_risovenere

 

27 febbraio: serata della tradizione da Primon con Marco Polo e il riso del Cataiultima modifica: 2015-02-27T18:42:56+00:00da buonetavole
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento