La pietra prende forma: dalle architetture di Palladio alle geometrie di Toni Cuco

Continuano le serate della tradizione delle Buone Tavole dei Berici in collaborazione con la Strada dei Vini dei Colli Berici, le quali interpretano attraverso la cucina il tema centrale di quest’anno, legato alla pietra o meglio alle pietre che nei secoli hanno contribuito a dare forma e vita a città, ville, palazzi e altri fabbricati che segnano la Storia di un popolo, come quello Veneto. Venerdì 14 novembre, da Toni Cuco a Grancona, il tema è “La pietra prende forma” e va a raccontare come un semplice scalpellino sia potuto diventare il grande Andrea Palladio. Attraverso i piatti preparati da Martino e Miresa Zanella secondo il menu coordinato da Giovanni Veronese si vedrà allora come l’evoluzione stilistica del “Garzoncel del Divo” trova riscontro anche sulla tavola: stratificazioni, geometrie, sottolineature volumetriche e ripartizioni spaziali. Si inizia con li strati formati dal luccio in saor su crostone di mais e crema di porri, per continuare poi con le geometrie dei ravioli di zucca, conditi con burro alle erbe e bacon croccante. Ripartizione degli spazi, per il ventaglio di petto d’anitra arrosto su salsa di caco al balsamico e crema di broccolo. Infine, ancora spazi uniti a volumi nel dessert dove una millefoglie di pera Williams sorregge una boule di mousse al cioccolato, dolce interpretazione della punta della Dogana, monumento emblematico di Pietra d’Istria. Le gesta e le opere di Andrea della Gondola, detto il Palladio saranno esaltate e narrate anche dalle piéce teatrali interpretate dalla compagnia dei Saltafossi.

MIRESA_TRENTIN + MARTINO_ZANELLA LUCCIO_INSAOR TORTELLI_ZUCCA PETTO_ANATRA MOUSSE_CIOCCOLATO.PERA

La pietra prende forma: dalle architetture di Palladio alle geometrie di Toni Cucoultima modifica: 2014-11-08T18:00:47+00:00da buonetavole
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento